Come avviare una stream su Twitch

Senza dubbio il 2020 non è stato un anno facile. La maggior parte delle persone sono state costrette a stare a casa, a causa della pandemia, e molte hanno cominciato a dedicarsi ad attività differenti. Per esempio, in tanti si sono dedicati all’attività di streaming, in particolare per quanto riguarda la piattaforma più diffusa, ovvero Twitch

Il volume generato da questa piattaforma nel corso dell’ultimo anno è davvero impressionante: parliamo di miliardi e miliardi di visualizzazioni. Twitch, generalmente, viene utilizzato da chi ama proporre contenuti legati al gaming, quindi è apprezzato molto dagli appassionati di videogiochi di ogni tipo di console e piattaforma.

Ma se volessimo cominciare a “streammare” su Twitch, da dove dovremmo partire? Vediamolo insieme. 

Comparto audio e video

È indubbio che il primo passo debba essere sicuramente legato al controllo del comparto audio. Non sarebbe l’ideale avviare una stream e poi rendere difficoltoso l’ascolto a causa di suoni di sottofondo o disturbi vari. Il microfono, quindi, insieme a tutto il comparto audio, devono essere di qualità. Meglio se riusciamo ad isolare la stanza, anche in maniera molto casalinga. Ci sono anche dei software che potete trovare in rete e che permettono di eliminare le interferenze e ridurre l’eco e le voci di sottofondo. 

Allo stesso modo, è fondamentale che la qualità dell’immagine sia di un certo livello. Ormai ci sono sul mercato tantissimi modelli di videocamere che consentono di assicurare prestazioni di qualità e rendere all’utente una piacevole esperienza. Potete usare anche delle webcam di qualità, magari cercando di rendere l’immagine più chiara possibile, utilizzando delle illuminazioni. 

Postazione 

Quanto può essere importante, poi, la giusta postazione da gaming? Fondamentale. In primo luogo perché c’è la concreta possibilità che rimaniamo online diverse ore e quindi dobbiamo garantire una certa comodità della postazione, altrimenti ne usciremmo malconci. Poi perché è anche importante tenere tutto sotto controllo mentre streammiamo. Sicuramente la tua postazione da gaming dovrà essere correttamente attrezzata per supportare un carico di lavoro del genere e per permetterti di muoverti in totale libertà, senza alcun intoppo. 

Specifiche tecniche

Per streammare su Twitch è necessario che il nostro pc risponda a determinate specifiche tecniche, altrimenti il tutto sarebbe impossibile. Questi valori possono essere controllati in maniera molto semplice, ovviamente prima di attivarsi nelle operazioni di streaming live. Se streammiamo giocando al pc, allora dobbiamo controllare i valori di GPU, RAM e CPU in primis: questi devono consentire che il nostro gioco giri a livelli dignitosi e supportino lo streaming in maniera fluida e perfetta. Alcuni hanno adottato l’escamotage di utilizzare due pc, uno per streammare e uno per giocare. Se giochiamo con una console, invece, possiamo lasciare il pc soltanto a streammare. 

Scelta della strategia e cura dei dettagli

Ciò che non è legato prettamente ad un punto di vista tecnico è invece il discorso incentrato sulla strategia da adottare. Prima di cominciare quest’attività dobbiamo avere bene a mente a cosa puntiamo, a quale tipo di utenza e quanto siamo bravi a fare determinate cose. Non sforziamoci di fare qualcosa per cui non siamo portati, cerchiamo di essere quanto più naturali possibili e cerchiamo di divertirci. 

La cura dei dettagli risulterà sicuramente molto importante per offrire uno spettacolo e un servizio degno. Quindi, cerchiamo di non sfigurare in alcuni dettagli particolari, quali foto del profilo e informazioni utili che descrivano il nostro profilo. Una sorta di biografia che descriva chi siete e perché fate quello che fate. Anche gli overlay dovrebbero essere eleganti e accattivanti per non sfigurare rispetto a tutti gli altri streamer che ci sono sulla piattaforma. Un biglietto da visita importante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *